IN CHE SENSO? – GRUPPO DI CRESCITA E DECRESCITA PERSONALE

Perché alle volte non troviamo il senso in ciò che accade, in ciò che sentiamo, in ciò viviamo?

Perché dobbiamo sempre essere esigenti con noi stessi e imporci di capire per meglio agire?

Che effetto produce sul nostro essere al mondo questa continua corsa al miglioramento, alla crescita, alla migliore performance di sé?

E come sarebbe se esplorassimo ciò che non ha senso, è confuso, indefinito e poco chiaro senza avere la pretesa di chiuderlo con il ragionamento o l’azione?

Ma perché un gruppo di crescita e decrescita personale?

Perché per poter crescere è importante anche poter lasciar andare, rinunciare e scegliere altro.

La decrescita personale vista come metafora per ristabilire equilibrio ed armonia nel percorso di consapevolezza e conoscenza di sé.

Per poter crescere, nutrire, includere nuove prospettive di vita devo poter abbandonare alcuni schemi, copioni e modalità che oggi sembrano non aiutarmi più come prima.

Il mito della crescita personale incontra il mito della resilienza e così l’ideologia della resilienza, nuovo mantra della nostra società, rischia di offuscare le nostre fragilità, i nostri desideri divergenti e le nostre sensibilità.

Siamo portati spesso a dover essere resilienti perché altrimenti non andiamo bene, non siamo sufficientemente bravi, efficienti e performanti.

L'ideologia della resilienza può portarci a negare o peggio disprezzare le nostre ragioni, i nostri modi di affrontare gli ostacoli, i cambiamenti e le difficoltà con i nostri tempi e le nostre unicità.

Gli incontri di gruppo hanno come obiettivo principale quello di dare voce e forma alle nostre  sensazioni ed emozioni partendo dal lavoro con testi, poesie, immagini e filmati di cui saremo gli unici e insostituibili autori.

Saranno proposte esperienze di contatto e trasformazione di emozioni, sensazioni e pensieri all’interno di un contesto protetto come quello di un gruppo terapeutico condotto da uno psicoterapeuta nel rispetto dell’etica e della deontologia professionale.

Per esserci è bene praticare un atteggiamento di scoperta, ascolto e non giudizio verso sé stessi e gli altri.

METODOLOGIE E STRUMENTI

  • PSICOTERAPIA DELLA GESTALT– Utilizzeremo alcuni strumenti e tecniche della psicoterapia della Gestalt (esercizi di meditazione e ascolto, immaginazioni e fantasie guidate, drammatizzazioni e giochi di ruolo) con la finalità di accrescere la propria consapevolezza e abilità di rispondere (respons-abilità) agli eventi dell’esistenza.
  • FOTO-VIDEOTERAPIA– Lavoreremo per produrre fotografie, racconti per immagini e filmati con l’obiettivo di stimolare il pensiero creativo, favorire l’espressione emotiva e promuovere consapevolezza di sé attraverso la creatività e la condivisione in gruppo.

QUANDO

LUNEDI’ 28 Novembre - incontro di presentazione gratuito

Lunedì 5 – 12 Dicembre

Lunedì 9 – 16 – 23 Gennaio

Gli incontri si terranno in presenza presso studio ALMA in via Paolo Paruta 22 – Roma dalle 19.30 alle 21.00

QUANTO

Per l’intero percorso è richiesto un contributo di 150€

Verrà rilasciata fattura come consulenza psicologica di gruppo, prestazione sanitaria detraibile in sede di dichiarazione dei redditi.

I posti sono limitati ed è obbligatoria la prenotazione inviando una mail a gianluca.lisco@gmail.com o telefonando al numero di cell. 3394935933

 

CONDUTTORE

Dott. Gianluca Lisco
Psicologo, psicoterapeuta, specializzato in Psicoterapia della Gestalt ad orientamento fenomenologico-esistenziale presso l’Istituto Gestalt Firenze. Svolge attività clinica per interventi di consulenza e psicoterapia rivolti ad adulti, coppie ed adolescenti.  Conduce workshop e laboratori di crescita personale e promozione del benessere che prevedono l'utilizzo di mediatori artistici come fotografie, immagini in movimento e suoni.

Collabora con società di consulenza e formazione aziendale in ambito Risorse Umane nella progettazione ed erogazione di interventi formativi in ambito di competenze trasversali.

Membro del network dei professionisti di NetFo – Network Italiano di Fototerapia, Fotografia Terapeutica e Fotografia ad Azione Sociale.

Iscritto all'Ordine degli Psicologi dal 2005 e abilitato all'esercizio della psicoterapia dal 2009.

PER ISCRIVERTI AL PRIMO INCONTRO GRATUITO DI PRESENTAZIONE UTILIZZA QUESTO MODULO

     

    Lascia un commento