Gianluca Lisco – Psicologo Psicoterapeuta Roma https://www.gianlucalisco.it Wed, 23 Jan 2019 17:09:10 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=5.2 IN-VISIBILE – Workshop Residenziale Foto-Videoterapia, Arti Terapie e Gestalt https://www.gianlucalisco.it/workshop-residenziale-foto-videoterapia-arti-terapie-e-gestalt/ https://www.gianlucalisco.it/workshop-residenziale-foto-videoterapia-arti-terapie-e-gestalt/#respond Tue, 07 May 2019 09:48:11 +0000 http://www.gianlucalisco.it/?p=1510 Workshop di Foto-Videoterapia, Arti Terapie e GestaltLibera Università di Alcatraz – Gubbio (PG) “L’invisibile è la trama interna del visibile” Maurice Merleau Ponty Un weekend all’insegna del lavoro per la promozione del benessere personale attraverso gli strumenti della Foto-Videoterapia, delle Arti Terapie e della terapia della Gestalt. PERCHE’ PARTECIPARELa splendida location della 

L'articolo IN-VISIBILE – Workshop Residenziale Foto-Videoterapia, Arti Terapie e Gestalt proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>

Workshop di Foto-Videoterapia, Arti Terapie e Gestalt
Libera Università di Alcatraz – Gubbio (PG)

“L’invisibile è la trama interna del visibile” Maurice Merleau Ponty

Un weekend all’insegna del lavoro per la promozione del benessere personale attraverso gli strumenti della Foto-Videoterapia, delle Arti Terapie e della terapia della Gestalt.

PERCHE’ PARTECIPARE
La splendida location della Libera Università di Alcatrazconsentirà di partecipare a passeggiate fotografiche ed attività creative all’aria aperta con l’intenzione di dare forma alle proprie emozioni, ai propri pensieri e al processo creativo personale.
Nel lavoro con la fotografia e il video sono le immagini, le modalità e il processo di produzione di esse che diventano il pre-testo per favorire conoscenza, consapevolezza e responsabilità dei propri modi di essere nel mondo.
La produzione di fotografie, la creazione di foto-racconti, di filmati e di prodotti multimediali possono divenire esperienze che favoriscono processi di co-costruzione e creazione in gruppo, facilitano la condivisione di narrazioni ed esperienze e stimolano il pensiero creativo.

COSA FAREMO

– ARTI TERAPIE– Faremo esperienza di contatto con le nostre risorse e potenzialità creative per creare e trasformare la realtà percepita in nuove forme, disegni, simboli e metafore attraverso gli strumenti e le tecniche delle Arti Terapie

– FOTOTERAPIA E VIDEOTERAPIA– Lavoreremo per creare insieme fotografie, racconti per immagini e filmati con l’obiettivo di stimolare il pensiero creativo, favorire l’espressione emotiva e promuovere consapevolezza di sé attraverso la creatività e il lavoro in gruppo.

– PSICOTERAPIA DELLA GESTALT – Utilizzeremo alcuni strumenti e tecniche della psicoterapia della Gestalt (esercizi di meditazione e ascolto, immaginazioni e fantasie guidate, drammatizzazioni e giochi di ruolo) con la finalità di accrescere la propria consapevolezza e abilità di rispondere (respons-abilità) agli eventi dell’esistenza.

Non è necessario possedere competenze artistiche perché le opere create siano disegni, fotografie o video diventeranno un mezzo e un pretesto per esprimersi, raccontarsi e comunicare in forme creative ed alternative.

QUANDO E DOVE

Sabato 29 Giugnodalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.30 alle 18.30
Domenica 30 Giugnodalle 9.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 17.30
Gli incontri si terranno presso laLibera Università di Alcatraz – Gubbio (PG)

QUANTO

Il costo di partecipazione al Workshop è di 130€
(Per iscrizioni entro il 31 Maggio il costo di partecipazione è di 100€)
Il costo per il vitto e l’alloggio in pensione completa presso la Libera Università di Alcatraz è di 75€ al giorno.
E’ possibile pernottare anche presso altre strutture convenzionate vicine.
I posti sono limitati ed è obbligatoria la prenotazione entro il 15 Giugno.

L'articolo IN-VISIBILE – Workshop Residenziale Foto-Videoterapia, Arti Terapie e Gestalt proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
https://www.gianlucalisco.it/workshop-residenziale-foto-videoterapia-arti-terapie-e-gestalt/feed/ 0
PERCORSI – Incontri per il benessere e la crescita personale https://www.gianlucalisco.it/percorsi-incontri-per-il-benessere-e-la-crescita-personale/ https://www.gianlucalisco.it/percorsi-incontri-per-il-benessere-e-la-crescita-personale/#respond Thu, 21 Mar 2019 12:31:40 +0000 http://www.gianlucalisco.it/?p=1493 PERCORSI Incontri di gruppo per il benessere e la crescita personale  “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell’avere nuovi occhi.” Marcel Proust Se il benessere personale non coincide con la ricerca della felicità o del piacere possiamo allora lavorare per stare meglio con [...]

L'articolo PERCORSI – Incontri per il benessere e la crescita personale proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>

PERCORSI

Incontri di gruppo per il benessere e la crescita personale 

“Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell’avere nuovi occhi.” Marcel Proust

Se il benessere personale non coincide con la ricerca della felicità o del piacere possiamo allora lavorare per stare meglio con noi stessi senza immaginare di dover semplicemente rimuovere angosce, paure, ansie e dolori dalla nostra vita.

Star bene con se stessi è possibile stando con le proprie emozioni con la fiducia che passino e si trasformino nel tempo.

Assumerci la responsabilità di guidare le nostre azioni verso ciò che desideriamo e che ci fa stare bene non è un concetto mentale ma una pratica quotidiana di ascolto, contatto, fiducia e amore verso noi stessi.

Dopo il primo ciclo di incontri “Punti di Vista” intendo riproporre con “Percorsi” un nuovo lavoro di consapevolezza e crescita personale attraverso gli strumenti delle Arti Terapie, della Fototerapia, della Videoterapia e della Psicoterapia della Gestalt.

Faremo esperienza di gioco e incontro con la creatività e la nostra immaginazione in gruppo per aiutarci a delineare il nostro percorso di sviluppo personale.

Sarà un’occasione per conoscere le potenzialità espressive e trasformative di alcuni mediatori artistici (disegni, fotografie, video) all’interno di un lavoro di conoscenza e crescita personale.

Non è necessario possedere competenze artistiche perché le opere create siano disegni, fotografie o video diventeranno un mezzo e un pretesto per esprimersi, raccontarsi e comunicare in forme creative ed alternative.

PERCHE’ PARTECIPARE

  • Faremo esperienze di contatto e promozione del benessere con noi stessi e gli altri seguendo un approccio olistico e psico-corporeo.
  • In gruppo possiamo potenziare le nostre capacità di ascolto, riconoscimento ed espressione di emozioni e sensazioni
  • Possiamo giocare con noi stessi e gli altri per riscrivere nuovi copioni di vita e lasciar andare schemi e modelli “automatici” di comportamento non più soddisfacenti o poco funzionali per il nostro benessere
  • Lavorare con la creatività aiuta a focalizzare meglio attraverso la distanza tra noi e il mediatore artistico le risorse e i limiti della nostra esperienza di vita.

COSA FAREMO

  • ARTI TERAPIE – Faremo esperienza di contatto con le nostre risorse e potenzialità creative per creare e trasformare la realtà percepita in nuove forme, disegni, simboli e metafore attraverso gli strumenti e le tecniche delle Arti Terapie
  • FOTOTERAPIA E VIDEOTERAPIA – Lavoreremo per creare insieme fotografie, racconti per immaginie filmati con l’obiettivo di stimolare il pensiero creativo, favorire l’espressione emotiva e promuovere consapevolezza di sé attraverso la creatività e il lavoro in gruppo.
  • PSICOTERAPIA DELLA GESTALT – Utilizzeremo alcuni strumenti e tecniche della psicoterapia della Gestalt (esercizi di meditazione e ascolto, immaginazioni e fantasie guidate, drammatizzazioni e giochi di ruolo) con la finalità di accrescere la propria consapevolezza e abilità di rispondere (respons-abilità) agli eventi dell’esistenza.

QUANDO E DOVE

Martedì 9 Aprile – Martedì 23 Aprile 

Martedì 7 Maggio – Martedì 21 Maggio

Martedì 4 Giugno

E’ possibile partecipare anche a singoli incontri ma è necessario prenotarsi in anticipo.

Gli incontri si terranno dalle 19.30 alle 21.30 presso lo studio CIFRIC in via Cesare Balbo 43 – Roma (Quartiere Monti) Metro B Cavour – Metro A Termini/Vittorio/

QUANTO

Il costo di partecipazione per ogni incontro è di 25€

I posti sono limitati ed è obbligatoria la prenotazione ai contatti indicati

CONDUTTORE

Gianluca Lisco
Psicologo, psicoterapeuta, specializzato in Psicoterapia della Gestalt presso l’Istituto Gestalt Firenze. Collaboratore e formatore per scuole, cooperative sociali, enti pubblici e privati nella conduzione di gruppi di artiterapie e laboratori espressivo-creativi a mediazione artistica. Come libero professionista svolge attività di psicoterapia e consulenza per individui, gruppi e organizzazioni. Docente per i Laboratori di Foto Terapia e Video Terapia e Supervisore Clinico all’interno delle scuole di Arti Terapie Artedo.

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

Invia una mail a gianluca.lisco@gmail.com

Telefona al +39 3394935933

L'articolo PERCORSI – Incontri per il benessere e la crescita personale proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
https://www.gianlucalisco.it/percorsi-incontri-per-il-benessere-e-la-crescita-personale/feed/ 0
Punti di vista – Incontri per il benessere e la crescita personale https://www.gianlucalisco.it/punti-di-vista-incontri-per-il-benessere-e-la-crescita-personale/ https://www.gianlucalisco.it/punti-di-vista-incontri-per-il-benessere-e-la-crescita-personale/#respond Fri, 18 Jan 2019 11:20:24 +0000 http://www.gianlucalisco.it/?p=1464 PUNTI DI VISTA Incontri di gruppo per il benessere e la crescita personale   “Se camminassimo solo nelle giornate di sole non raggiungeremmo mai la nostra destinazione” Paulo Coelho Il punto di vista è una rappresentazione parziale e soggettiva di ciò che sentiamo e percepiamo in risposta ad alcuni [...]

L'articolo Punti di vista – Incontri per il benessere e la crescita personale proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>

PUNTI DI VISTA

Incontri di gruppo per il benessere e la crescita personale 

 “Se camminassimo solo nelle giornate di sole non raggiungeremmo mai la nostra destinazione” Paulo Coelho

Il punto di vista è una rappresentazione parziale e soggettiva di ciò che sentiamo e percepiamo in risposta ad alcuni nostri bisogni e desideri del momento.

Esplorare il punto di vista su noi stessi, su ciò che viviamo e abbiamo vissuto e su ciò che immaginiamo per il nostro futuro può aiutarci a ritrovare e individuare meglio le energie e le risorse per sentirci ancora protagonisti della nostra esistenza. 

“Punti di vista” nasce come un percorso finalizzato al miglioramento del benessere psicofisico e della qualità di vita attraverso la partecipazione ad attività creative e giochi in gruppo con gli strumenti delle Arti Terapie, della Fototerapia, della Videoterapia e della Psicoterapia della Gestalt.

Faremo esperienze di gioco e incontro con la creatività e la nostra immaginazione in gruppo per promuovere benessere e salute nella nostra vita.

Il primo incontro è gratuito ed è aperto a tutti coloro che sono interessati a lavorare con la propria creatività, fantasia e immaginazione per aiutarsi a stare meglio con sé stessi e gli altri.

Sarà un’occasione per conoscere le potenzialità espressive e trasformative di alcuni mediatori artistici (disegni, fotografie, video) all’interno di un lavoro di conoscenza e crescita personale.

Non è necessario possedere competenze artistiche perché le opere create siano disegni, fotografie o video diventeranno un mezzo e un pretesto per esprimersi, raccontarsi e comunicare in forme creative ed alternative.

PERCHE’ PARTECIPARE

  • Faremo esperienze di contatto e promozione del benessere con noi stessi e gli altri seguendo un approccio olistico e psico-corporeo.
  • In gruppo possiamo potenziare le nostre capacità di ascolto, riconoscimento ed espressione di emozioni e sensazioni
  • Possiamo giocare con noi stessi e gli altri per riscrivere nuovi copioni di vita e lasciar andare schemi e modelli “automatici” di comportamento non più soddisfacenti o poco funzionali per il nostro benessere
  • Lavorare con la creatività aiuta a focalizzare meglio attraverso la distanza tra noi e il mediatore artistico le risorse e i limiti della nostra esperienza di vita.

COSA FAREMO

  • ARTI TERAPIE – Faremo esperienza di contatto con le nostre risorse e potenzialità creative per creare e trasformare la realtà percepita in nuove forme, disegni, simboli e metafore attraverso gli strumenti e le tecniche delle Arti Terapie
  • FOTOTERAPIA E VIDEOTERAPIA – Lavoreremo per creare insieme fotografie, racconti per immaginie filmati con l’obiettivo di stimolare il pensiero creativo, favorire l’espressione emotiva e promuovere consapevolezza di sé attraverso la creatività e il lavoro in gruppo.
  • PSICOTERAPIA DELLA GESTALT – Utilizzeremo alcuni strumenti e tecniche della psicoterapia della Gestalt (esercizi di meditazione e ascolto, immaginazioni e fantasie guidate, drammatizzazioni e giochi di ruolo) con la finalità di accrescere la propria consapevolezza e abilità di rispondere (respons-abilità) agli eventi dell’esistenza.

QUANDO E DOVE

Martedì 5 Febbraio – Incontro di Presentazione Gratuito

Martedì 19 Febbraio 

Martedì 5 Marzo

Martedì 19 Marzo

Martedì 2 Aprile

E’ necessario prenotarsi per il primo incontro di presentazione del 5 Febbraio

Gli incontri si terranno dalle 19.30 alle 21.30 presso lo studio CIFRIC in via Cesare Balbo 43 – Roma (Quartiere Monti) Metro B Cavour – Metro A Termini/Vittorio/Repubblica

QUANTO

Il primo incontro di presentazione è gratuito.

I quattro incontri successivi al primo avranno un costo complessivo di 100€

I posti sono limitati ed è obbligatoria la prenotazione ai contatti indicati

CONDUTTORE

Gianluca Lisco
Psicologo, psicoterapeuta, specializzato in Psicoterapia della Gestalt presso l’Istituto Gestalt Firenze. Collaboratore e formatore per scuole, cooperative sociali, enti pubblici e privati nella conduzione di gruppi di artiterapie e laboratori espressivo-creativi a mediazione artistica. Come libero professionista svolge attività di psicoterapia e consulenza per individui, gruppi e organizzazioni. Docente per i Laboratori di Foto Terapia e Video Terapia e Supervisore Clinico all’interno delle scuole di Arti Terapie Artedo.

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

Invia una mail a gianluca.lisco@gmail.com

Telefona al +39 3394935933

L'articolo Punti di vista – Incontri per il benessere e la crescita personale proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
https://www.gianlucalisco.it/punti-di-vista-incontri-per-il-benessere-e-la-crescita-personale/feed/ 0
Immagini allo specchio: incontri per il benessere e la crescita personale https://www.gianlucalisco.it/immagini-allo-specchio-incontri-per-il-benessere-e-la-crescita-personale/ https://www.gianlucalisco.it/immagini-allo-specchio-incontri-per-il-benessere-e-la-crescita-personale/#respond Mon, 17 Sep 2018 08:27:19 +0000 http://www.gianlucalisco.it/?p=1312 IMMAGINI ALLO SPECCHIO Incontri di gruppo per il benessere e la crescita personale Il nostro modo di percepire la realtà è continuamente costruito dai nostri organi di senso, dal corpo e dalle varie forme di rappresentazione e narrazione della realtà percepita. “Immagini allo specchio” nasce come un [...]

L'articolo Immagini allo specchio: incontri per il benessere e la crescita personale proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>

IMMAGINI ALLO SPECCHIO
Incontri di gruppo per il benessere e la crescita personale

Il nostro modo di percepire la realtà è continuamente costruito dai nostri organi di senso, dal corpo e dalle varie forme di rappresentazione e narrazione della realtà percepita.
“Immagini allo specchio” nasce come un percorso finalizzato al miglioramento del benessere psicofisico e della qualità di vita attraverso la partecipazione ad attività creative e giochi in gruppo con gli strumenti delle Arti Terapie, della Fototerapia, della Videoterapia e della Psicoterapia della Gestalt.

COSA FAREMO

–      ARTI TERAPIE – Faremo esperienza di contatto con le nostre risorse e potenzialità creative per creare e trasformare la realtà percepita in nuove forme, disegni, simboli e metafore attraverso gli strumenti e le tecniche delle Arti Terapie

–       FOTOTERAPIA E VIDEOTERAPIA – Lavoreremo per creare insieme fotografie, racconti per immaginie filmati con l’obiettivo di stimolare il pensiero creativo, favorire l’espressione emotiva e promuovere consapevolezza di sé attraverso la creatività e il lavoro in gruppo.

–       PSICOTERAPIA DELLA GESTALT – Utilizzeremo alcuni strumenti e tecniche della psicoterapia della Gestalt (esercizi di meditazione e ascolto, immaginazioni e fantasie guidate, drammatizzazioni e giochi di ruolo) con la finalità di accrescere la propria consapevolezza e abilità di rispondere (respons-abilità) agli eventi dell’esistenza.

PERCHE’ PARTECIPARE

  • Faremo esperienze di contatto e promozione del benessere con noi stessi e gli altri seguendo un approccio olistico e psico-corporeo.
  • In gruppo possiamo potenziare le nostre capacità di ascolto, riconoscimento ed espressione di emozioni e sensazioni
  • Possiamo giocare con noi stessi e gli altri per riscrivere nuovi copioni di vita e lasciar andare schemi e modelli “automatici” di comportamento non più soddisfacenti o poco funzionali per il nostro benessere
  • Lavorare con la creatività aiuta a focalizzare meglio attraverso la distanza tra noi e il mediatore artistico le risorse e i limiti della nostra esperienza di vita.
  • Non è necessario né essere artisti, né saper disegnare e/o fotografare. I vari strumenti di lavoro creativi e artistici saranno un pretesto per conoscersi, riconoscersi, divertirsi e giocare in gruppo.

QUANDO E DOVE

Martedì 9 Ottobre – Incontro di Presentazione Gratuito

Martedì 23 Ottobre

Martedì 6 Novembre – Martedì 20 Novembre

Martedì 4 Dicembre -Martedì 18 Dicembre

Gli incontri si terranno dalle 19.30 alle 21.00 in via Cesare Balbo 43 – Roma (Rione Monti) 
Metro B Cavour – Metro A Termini/Vittorio/Repubblica

QUANTO

Il primo incontro di presentazione è gratuito.

L’intero percorso di 5 incontri ha il costo di 150€

CONDUTTORE

Gianluca Lisco
Psicologo, psicoterapeuta, specializzato in Psicoterapia della Gestalt presso l’Istituto Gestalt Firenze. Collaboratore e formatore per scuole, cooperative sociali, enti pubblici e privati nella conduzione di gruppi di artiterapie e laboratori espressivo-creativi a mediazione artistica. Come libero professionista svolge attività di psicoterapia e consulenza per individui, gruppi e organizzazioni. Docente per i Laboratori di Foto Terapia e Video Terapia e Supervisore Clinico all’interno delle scuole di Arti Terapie Artedo.

PER INFORMAZIONI E ISCRIZIONI

Invia una mail a gianluca.lisco@gmail.com

Telefona al +39 3394935933

L'articolo Immagini allo specchio: incontri per il benessere e la crescita personale proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
https://www.gianlucalisco.it/immagini-allo-specchio-incontri-per-il-benessere-e-la-crescita-personale/feed/ 0
Imaginaria: intervento psicoeducativo a mediazione artistica per adolescenti con autismo https://www.gianlucalisco.it/intervento-mediazione-artistica-autismo/ https://www.gianlucalisco.it/intervento-mediazione-artistica-autismo/#respond Fri, 16 Feb 2018 09:49:12 +0000 http://www.gianlucalisco.it/?p=1210 Intervento psicoeducativo a mediazione artistica per adolescenti con Disturbo dello Spettro Autistico. Il progetto coinvolge 5 ragazze e ragazzi adolescenti con disturbo dello spettro autistico per 5 incontri una volta a settimana per una prima fase di intervento presso il Centro Scientifico di Neuropsichiatria AITA di Roma diretto dal dott. [...]

L'articolo Imaginaria: intervento psicoeducativo a mediazione artistica per adolescenti con autismo proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
Intervento psicoeducativo a mediazione artistica per adolescenti con Disturbo dello Spettro Autistico.

Il progetto coinvolge 5 ragazze e ragazzi adolescenti con disturbo dello spettro autistico per 5 incontri una volta a settimana per una prima fase di intervento presso il Centro Scientifico di Neuropsichiatria AITA di Roma diretto dal dott. Luigi Mazzone.

L’arte nelle sue diverse espressioni può divenire un canale comunicativo alternativo alla parola, un codice che permette alla persona di raccontare attraverso il linguaggio delle immagini il proprio mondo interiore.
Nel lavoro con la fotografia e il video sono le immagini, le modalità e il processo di produzione di esse che diventano il pre-testo per favorire conoscenza, consapevolezza e responsabilità dei propri modi di essere nel mondo.
Lavoriamo con gli strumenti dell’arte plastico-pittorica, del video e della fotografia per dare voce e forma all’espressività e alla creatività di ciascun utente all’interno di un percorso di gruppo.
Il laboratorio è finalizzato alla produzione di prodotti audiovisivi, fotografici e pittorici interamente realizzati dagli utenti attraverso metodologie attive e partecipative.

Obiettivi

  • Promuovere, attraverso il lavoro con i mediatori artistici lo sviluppo delle capacità di mentalizzazione e gestione delle emozioni
  • Lavorare per il potenziamento delle risorse attentive e delle funzioni esecutive attraverso la realizzazione di opere creative all’interno di un percorso pianificato e progettato
  • Proporre esperienze ludiche e creative di video-confrontazione con la propria immagine in un lavoro di rafforzamento della propria autostima

L'articolo Imaginaria: intervento psicoeducativo a mediazione artistica per adolescenti con autismo proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
https://www.gianlucalisco.it/intervento-mediazione-artistica-autismo/feed/ 0
Insieme a Papà – Incontri tematici per padri https://www.gianlucalisco.it/insieme-a-papa-incontri-tematici-per-padri/ https://www.gianlucalisco.it/insieme-a-papa-incontri-tematici-per-padri/#respond Thu, 12 Oct 2017 08:42:52 +0000 http://www.gianlucalisco.it/?p=1160 Riprendono a Ottobre gli incontri tematici per padri a Roma. Parleremo di modelli e stili di paternità, comunicazione affettiva e non violenta, gestione dei conflitti, relazioni coniugali e relazioni genitoriali. Gli incontri si terranno dal 4 Ottobre al Salterello – Scuola dell’Infanzia in zona Roma Sud Borghesiana/Finocchio mentre a partire [...]

L'articolo Insieme a Papà – Incontri tematici per padri proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
Riprendono a Ottobre gli incontri tematici per padri a Roma.

Parleremo di modelli e stili di paternità, comunicazione affettiva e non violenta, gestione dei conflitti, relazioni coniugali e relazioni genitoriali.

Gli incontri si terranno dal 4 Ottobre al Salterello – Scuola dell’Infanzia in zona Roma Sud Borghesiana/Finocchio mentre a partire dal 11 Ottobre ci saranno 4 incontri tematici al Melograno Roma – Centro informazione Maternità e nascita in zona S. Giovanni.

Dal 4 Ottobre saremo insieme ad altri papà al Salterello – Scuola dell’Infanzia  per un nuovo ciclo di incontri di gruppo per padri.

Gli incontri di Gruppo rappresentano un luogo ed uno spazio in cui potersi confrontare, condividere pensieri ed emozioni sulla paternità e sulla genitorialità e formulare richieste di aiuto e consulenza nelle seguenti aree:

  • Comunicazione Efficace e Comunicazione Affettiva
  • Assertività e Autorevolezza
  • Gestione positiva dei conflitti e dell’aggressività
  • Paternità e dinamiche di coppia
  • Modelli educativi e stili genitoriali

Il gruppo è aperto a tutti i padri di figli senza limiti specifici di età.

Gli incontri si svolgeranno dalle 19.00 alle 21.00 con il seguente calendario:

4 Ottobre – 18 Ottobre

8 Novembre – 22 Novembre

6 Dicembre – 20 Dicembre

Costi

130 € per 6 incontri

25€ per singoli incontri

Per informazioni e prenotazioni:
Salterello scuola dell’infanzia
Via Capaci 110 – Roma
cell. 347.3145787
email: sl.secretary@libero​.it
FB: Salterello – Scuola dell’Infanzia
Pagina Evento FB

 

INSIEME A PAPA’ – Incontri tematici per padri

Calendario e temi degli incontri

Giovedì 11 Ottobre

Nuovi padri, vecchi padri o semplicemente padri? Che padre sono?

Come le esperienze di figlio e i modelli del passato condizionano i miei comportamenti di oggi? Come posso aiutarmi a trovare e riconoscere il mio stile paterno?

Giovedì 25 Ottobre

Vizi? Capricci? Bisogni? Il papà alle prese con la comunicazione dei figli

Che cosa sono i capricci per un papà? Cosa vuol dire per un papà viziare un figlio? Quali sono i bisogni di un figlio o di una figlia e quali sono le caratteristiche fondamentali della comunicazione? Come interpretare al meglio i messaggi comunicativi del figlio e comprendere le proprie richieste?

Giovedì 15 Novembre

Comunicazione non violenta e gestione dei conflitti in famiglia

Come possiamo gestire al meglio i conflitti in famiglia e con i figli? Cosa vuol dire empatia e non violenza nella comunicazione in famiglia? Quali conseguenze hanno gli stili di comunicazione paterna e familiare sullo sviluppo e sul benessere bio-psico-sociale dei figli?

Giovedì 29 Novembre

Padri, Genitori e Partner

Come è cambiata la nostra relazione con il partner da quando siamo padri? In che modo possiamo gestire al meglio i confini e gli spazi della coppia genitoriale e della coppia coniugale all’interno del nuovo sistema familiare?

Gli incontri si svolgeranno dalle 19.00 alle 21.00 presso il Melograno in via Saturnia 4/a – Roma – zona S. Giovanni

Costi

100€ per 4 incontri

30€ per singoli incontri

Per informazioni e prenotazioni:
Il Melograno – Centro Informazione Maternità e Nascita
Via Saturnia 4/a – Roma
tel. 06.70475606
email: info@melogranoroma.org
FB: Il Melograno Roma
Pagina Evento FB

Per altre informazioni scrivi pure a gianluca.lisco@gmail.com o ai contatti che trovi sul sito

L'articolo Insieme a Papà – Incontri tematici per padri proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
https://www.gianlucalisco.it/insieme-a-papa-incontri-tematici-per-padri/feed/ 0
Carattere e psicologia: tra rigidità e equilibrio https://www.gianlucalisco.it/carattere-psicologia-rigidita-equilibrio/ https://www.gianlucalisco.it/carattere-psicologia-rigidita-equilibrio/#respond Tue, 26 Sep 2017 08:52:11 +0000 http://www.gianlucalisco.it/?p=1143 Se immaginiamo il carattere come un tipico modo di comportarsi e stare al mondo non è scontato sia che riconosciamo le nostre “tipicità” sia che ne comprendiamo la loro funzione. Se immaginiamo il nostro organismo come un insieme di funzioni (biologiche, psichiche e sociali) e di strutture (dagli organi ai [...]

L'articolo Carattere e psicologia: tra rigidità e equilibrio proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
Se immaginiamo il carattere come un tipico modo di comportarsi e stare al mondo non è scontato sia che riconosciamo le nostre “tipicità” sia che ne comprendiamo la loro funzione.

Se immaginiamo il nostro organismo come un insieme di funzioni (biologiche, psichiche e sociali) e di strutture
(dagli organi ai muscoli ai sistemi biologici e alle singole impercettibili e invisibili cellule) possiamo intuire come sia importante per la nostra sopravvivenza e il nostro bisogno di autorealizzazione gestire la complessità di questo Sistema vivente.

Il Carattere inteso come insieme di comportamenti tipici, ricorrenti e a volte automatici e poco coscienti fa parte del nostro Sistema vivente, del nostro Organismo.

E’ possibile pertanto riconoscere non tanto il “perché” di alcuni comportamenti tipici ma il “come” alcuni schemi ripetitivi di pensieri, emozioni e azioni influiscano nell’equilibrio e nel Sistema dell’ Organismo.

Non esiste un carattere migliore e uno peggiore ma esistono diversi modi di comportarsi, sentire e muoversi nel mondo.

E allora possibile individuare a cosa serve rispondere spesso in un modo ad un determinato evento o descriversi con un aggettivo piuttosto che un altro.

Individuare a cosa “serve” il nostro carattere per il nostro organismo risponde alla domanda di quali sono le funzioni che svolge nell’equilibrio del nostro organismo.

Per qualcuno lamentarsi tanto e spesso è funzionale a rimanere fermi e aspettare che arrivi il Salvatore o che le cose cambino senza rimboccarsi le maniche. Il carattere in questo caso porta a invidiare, a lamentarsi e a concentrarsi su ciò che manca. Ma se ascoltassimo solo il carattere saremmo spacciati, per questo è necessario per ristabilire equilibrio esplorare le vie di fuga dalla rigidità del carattere.

Proviamo allora ad individuare schemi rigidi e modalità ripetitive nei nostri modi comportarci e relazionarci con noi stessi e gli altri.

Alcuni ci faranno soffrire, di altri ne saremo orgogliosi ma prendiamoci il permesso di riconoscerli senza giudicarci come fossimo bambini che osservano con stupore e meraviglia oggetti affascinanti muoversi in aria per la prima volta.

Una volta che individuiamo le rigidità del nostro “carattere” spetta a noi decidere cosa farne ma intanto è un primo passo fermarsi ad ascoltare ed osservare.

Gli strumenti per l’osservazione spaziano dalle esperienze inusuali e insolite, ai laboratori di teatro, dalla psicoterapia all’arte terapia, da un’uscita in coppia ad una serata con gli amici.

La vita ci offre molteplici possibilità per conoscerci ed osservarci meglio ma non sempre ne siamo consapevoli.

CARATTERE: dal gr. kharaktḗr ‘impronta” e dal verbo kharassò “imprimere, scolpire, incidere”. In antico significò qualunque segno, nota, marchio o impronta stampata, incisa o altrimenti impressa, mediante cui si ottenga distinguere cose da cose (Fonte: Vocabolario Etimologico Lingua Italiana)

L'articolo Carattere e psicologia: tra rigidità e equilibrio proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
https://www.gianlucalisco.it/carattere-psicologia-rigidita-equilibrio/feed/ 0
Il ritmo dell’esistenza – Ritmo e Psicologia https://www.gianlucalisco.it/il-ritmo-dell-esistenza-quale-rapporto-fra-ritmo-e-psicologia/ https://www.gianlucalisco.it/il-ritmo-dell-esistenza-quale-rapporto-fra-ritmo-e-psicologia/#respond Thu, 21 Sep 2017 07:33:37 +0000 http://www.gianlucalisco.it/?p=1126 Se intendiamo il ritmo come “il succedersi ordinato nel tempo di forme di movimento, e la frequenza con cui le varie fasi del movimento si succedono[…]” (cit. Treccani) possiamo allora chiederci quanto ritmata sia la nostra vita e la nostra quotidianità. Quali sono le successioni nel tempo dei nostri comportamenti, [...]

L'articolo Il ritmo dell’esistenza – Ritmo e Psicologia proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>

Se intendiamo il ritmo come “il succedersi ordinato nel tempo di forme di movimento, e la frequenza con cui le varie fasi del movimento si succedono[…]” (cit. Treccani) possiamo allora chiederci quanto ritmata sia la nostra vita e la nostra quotidianità.

Quali sono le successioni nel tempo dei nostri comportamenti, delle nostre azioni e delle nostre emozioni?

Qual è il rapporto fra il ritmo e la psicologia?

Come cambiamo i nostri atteggiamenti, i nostri pensieri e le nostre emozioni nel tempo?
 
Riconosciamo schemi o forme che si ripetono nei nostri modi di vivere e raccontare le nostre esperienze di vita?
 
Riusciamo ad individuare il ritmo della nostra esistenza e del nostro modo di stare nel mondo?
 
Se ci diamo il permesso di ascoltare e dare voce alle nostre sensazioni, alle nostre emozioni e ai nostri pensieri possiamo delineare una sequenza ritmica nei nostri modi di percepire e vivere la realtà.
 
Scopriremo così alcune forme che si ripetono con costanza più di altre e cominceremo ad abbozzare alcuni tratti del nostro carattere come fossero tendenze e atteggiamenti quasi automatizzati che modellano la nostra identità e la percezione che abbiamo di noi stessi.
 
Riconoscere il proprio stile, il proprio ritmo, il proprio modo di comportarsi in determinate situazioni può diventare un primo passo per riscoprirsi creativi compositori, per sperimentare nuove forme di movimento nel tempo e delineare diversi ritmi per la propria esistenza.
 
Ritmo [dal lat. rhythmus, gr. ῥυϑμός, affine a ῥέω «scorrere»]

L'articolo Il ritmo dell’esistenza – Ritmo e Psicologia proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
https://www.gianlucalisco.it/il-ritmo-dell-esistenza-quale-rapporto-fra-ritmo-e-psicologia/feed/ 0
“Non ce la posso fare!” Come aumentare la mia autostima? https://www.gianlucalisco.it/come-aumentare-la-mia-autostima/ https://www.gianlucalisco.it/come-aumentare-la-mia-autostima/#respond Wed, 12 Apr 2017 07:47:49 +0000 http://www.gianlucalisco.it/?p=1046 Che vuol dire il termine autostima? Se è possibile stimare sé stessi, qual è il valore che ti attribuisci? A cosa pensi quando ti chiedono di esprimere una valutazione su di te, di definirti o darti un valore? Come aumentare la mia autostima? È esperienza sempre più comune quella di [...]

L'articolo “Non ce la posso fare!” Come aumentare la mia autostima? proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
Che vuol dire il termine autostima? Se è possibile stimare sé stessi, qual è il valore che ti attribuisci?
A cosa pensi quando ti chiedono di esprimere una valutazione su di te, di definirti o darti un valore?

Come aumentare la mia autostima?
È esperienza sempre più comune quella di sentirsi in difficoltà di fronte a nuove sfide o cambiamenti in momenti critici della propria vita.
Ma se è del tutto comprensibile sperimentare disagio, imbarazzo o ansia in alcune situazioni cosa succede quando a queste emozioni si affianca la sensazione di non farcela, di non essere all’altezza e di sentirsi inadeguati?

L’autostima può esser tradotta come la percezione del proprio valore, della propria capacità di fare fronte a richieste che provengono da noi stessi, sotto forma di progetti, desideri e ambizioni oppure dall’esterno come fossero richieste, sfide e opportunità.

La stima di noi stessi si correla quindi all’immagine che abbiamo di noi e al grado di fiducia che rivolgiamo verso le nostre risorse e capacità.

Un basso livello di autostima è spesso legato alla sensazione di non sentirsi all’altezza di una determinata situazione, di non volersi far vedere per come si è e di sentirsi inadeguati, con un “valore di sé” basso, insufficiente.

Ma come posso aiutarmi ad aumentare la mia autostima?
Come posso sentirmi “sufficientemente adeguato” nel mondo?

Che senso ha definirmi come persona incapace, con bassa autostima o inadeguata?

L’effetto è quello di innescare un circolo vizioso che si autoalimenta di emozioni e sensazioni quali frustrazione, paura, rabbia, impotenza e delusione.

Proviamo allora a costruire e inseguire la ricerca di piccole esperienze gratificanti, nutrienti che possano rimetterci in contatto con emozioni di affetto, amore e gratificazione verso noi stessi.

Ma smuoverci dalla posizione esistenziale di incapaci, incompetenti e inadeguati costa e fa molta fatica.

La nostra più grande risorsa è proprio quella di dare voce a quel piccolo movimento, a quella piccola parte che ci spinge ad uscire dal tunnel per ristabilire un nuovo equilibrio fatto di sfumature e tonalità di colore che al meglio possono descrivere la complessità e l’unicità di ognuno di noi.

Praticare e allenare la creatività nelle sue diverse forme possono aiutarci ad affiancare al circolo vizioso della bassa autostima il circolo virtuoso e nutriente della creatività, del creare qualcosa di nuovo, del trasformare e ampliare la nostra immagine interiore con le relazioni e le esperienze.

Esser creativi non vuol dire necessariamente saper disegnare, danzare o comporre musica bensì creare esperienze nutrienti, vivere relazioni gratificanti e concedersi il permesso di sbagliare, rischiare e convivere con la propria paura senza per questo soccombere ad essa.

Se mi definisco mi chiudo, se mi percepisco in divenire mi ascolto nello scorrere del tempo e dell’esistenza.

L'articolo “Non ce la posso fare!” Come aumentare la mia autostima? proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
https://www.gianlucalisco.it/come-aumentare-la-mia-autostima/feed/ 0
Urla, minacce e punizioni per gestire i conflitti con i figli? https://www.gianlucalisco.it/urla-minacce-punizioni-gestire-conflitti-figli/ https://www.gianlucalisco.it/urla-minacce-punizioni-gestire-conflitti-figli/#respond Wed, 29 Mar 2017 07:36:31 +0000 http://www.gianlucalisco.it/?p=1042 Quante volte è capitato di urlare ai figli? Quante volte di fronte a un conflitto abbiamo utilizzato la minaccia come metodo di risoluzione? E quante volte ci siamo detti: “Adesso vai in punizione! Cosi impari!”? Sono comportamenti che molti genitori utilizzano come tecniche per sedare o spegnere i conflitti che [...]

L'articolo Urla, minacce e punizioni per gestire i conflitti con i figli? proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
Quante volte è capitato di urlare ai figli?
Quante volte di fronte a un conflitto abbiamo utilizzato la minaccia come metodo di risoluzione?
E quante volte ci siamo detti: “Adesso vai in punizione! Cosi impari!”?

Sono comportamenti che molti genitori utilizzano come tecniche per sedare o spegnere i conflitti che possono prendere le forme di un capriccio o di un’opposizione tenace da parte del figlio ad una specifica richiesta del genitore.
Ma se di fronte al conflitto il nostro comportamento è spesso quello di urlare, minacciare o prospettare premi e punizioni quali conseguenze può avere sullo sviluppo del figlio o della figlia?

Minacciare, urlare e mettere in punizione un bambino è un modo per risolvere conflitti (se non a volte invece potenziarli piuttosto) che si basa sulla paura e sulla gestione della rabbia del genitore attraverso l’uso della forza.
Di fronte ad un comportamento scorretto o non accettabile del figlio il genitore può ricorrere alle urla, alle minacce e alle punizioni con lo scopo, più o meno consapevole, di incutere timore, di spaventare il figlio per le conseguenze della sua “disobbedienza”.

Educare attraverso la paura e l’obbedienza è un metodo educativo o meglio dis-educativo che ancora oggi è in vigore in molte società e in diverse parti del mondo.
Educare con la paura non aiuta il figlio ad assumersi le responsabilità dei suoi comportamenti e se utilizzato spesso non aiuta il figlio ad autoregolarsi proponendogli di fatto un modello di risoluzione dei contrasti e dei conflitti che è fondato sul potere dell’obbedienza e sulla forza.

Urlare e minacciare incutono timore nel bambino e siamo sicuri che sia l’unica via per ottenere il rispetto di alcune regole o promuovere la sua autostima e responsabilità?
“Se non ti metti subito le scarpe oggi non ti porto a casa di Simone!” è una comunicazione basata sulla minaccia in cui il genitore utilizza un premio/punizione come metodo per convincere il figlio a fare ciò che lui chiede.

Piuttosto che minacciare e urlare possiamo parlare di qual è l’effetto che ci fa il suo comportamento e aiutare il bambino a vedere quali conseguenze possono avere sull’altro i suoi comportamenti.
E’ più semplice tagliare corto con le minacce e le punizioni piuttosto che aiutare il bambino a stare nel conflitto con noi non cedendo a richieste che riteniamo inaccettabili ma mostrando anche un atteggiamento empatico e rispettoso del suo diritto ad opporsi, a protestare senza che questo debba portare a minacciare, urlare o incutere timore in altre forme.

Proviamo allora a fermare l’escalation della rabbia, proviamo ad evitare di aggredire il bambino con le urla e le minacce e cerchiamo di stare con la sua rabbia e la nostra irritazione in modo diverso dal “buttargliela addosso”.
Possiamo parlare di come stiamo, di che effetto ci fa il suo comportamento e la situazione “esplosiva” con fermezza e sicurezza.
“Mi dispiace vederti così arrabbiato e triste, ma adesso dobbiamo proprio andar via” piuttosto che “Basta con questa lagna! Finiscila e andiamo altrimenti non ti porto più al parco!”.
Il bambino potrà imparare che non c’è solo la minaccia e la risoluzione autoritaria del conflitto ma è possibile rimanere in contatto con la propria rabbia in modo diverso.

Potrà fare esperienza di un genitore che, seppure arrabbiato e irritato, riesce a mantenere la calma e la fermezza e a conquistarsi autorevolezza senza esercitare autoritarismo.

Non è affatto semplice ma possiamo provarci e sentire l’effetto che fa depotenziare alcuni automatismi comportamentali e culturali prodotti dalla pedagogia nera per cui le punizioni e la violenza sono metodi legittimi per “correggere” il comportamento del bambino.

Le punizioni, i premi e le minacce sono “metodi educativi” in cui al centro c’è il genitore e l’educatore che è in grado di valutare l’adeguatezza di un comportamento e di rinforzarlo attraverso meccanismi premianti o sanzionatori fondati sulla paura delle conseguenze delle proprie azioni o sulla ricerca di gratificazione legata ad un premio.
In secondo piano ci sono i bambini e i loro comportamenti intesi come messaggi comunicativi e affettivi da accogliere e comprendere e aiutare a trasformare attraverso la gestione positiva dei conflitti, la promozione di un atteggiamento empatico.
Il bambino potrà, ad esempio, apprendere che avere buoni voti a scuola gli farà guadagnare premi piuttosto che esser un buon risultato gratificante per sé e frutto dell’ impegno, dell’entusiasmo e della concentrazione.

Minacciare, urlare e punire sono prodotti di un’educazione autoritaria che non vuole fare spazio al dialogo ma preferisce la forza per redimere il contrasto senza esplorarne il senso esistenziale e relazionale.

Lavorare come genitori sulla gestione positiva dei confitti con i propri figli contribuisce ad educare figli con maggiori competenze prosociali e minori tendenze all’espressione violenta della rabbia e della frustrazione.

Una responsabilità genitoriale che esercita i suoi effetti sulla comunità di appartenenza, sulla società in cui si vive e sulla personalità dei propri figli.

L'articolo Urla, minacce e punizioni per gestire i conflitti con i figli? proviene da Gianluca Lisco - Psicologo Psicoterapeuta Roma.

]]>
https://www.gianlucalisco.it/urla-minacce-punizioni-gestire-conflitti-figli/feed/ 0